home page società portfolio staff contact mappa interattiva

Ultime_realizzazioni

 

Palazzo Bruno Ispica

  Recupero Ambientale Cava Ispica
  Chiesa di San Domenico

Palazzo Nicolaci Noto

Scuola Littara Noto

Chiesa Madre Acicatena

Scuola Cavallari

Ex Osp. V. Emanuele

Ponte vecchio Ragusa

Ex Osp. di Avola

 

 

Società Affiliate:

 Comune di Acicatena

Provincia di Catania

Oggetto: Lavori di recupero e conservazione della Chiesa Matrice Maria SS. della Catena.

Committente: Ufficio del Genio Civile di Catania

Importo dei lavori: € 721.477,52

Periodo: 2002/04

La chiesa di Maria SS. della Catena sorge nel centro storico della città di Acicatena di fronte al palazzo del Principe e vicino all’oratorio della Badia.

La costruzione della chiesa iniziò nel lontano 1586 in prossimità della cappella dell’oratorio contenente un’icona della Madonna della Catena quando il paese si chiamava ancora Scarpi.

La prima inaugurazione avvenne nel 1588 anche se la chiesa venne completata soltanto alla fine del XVI secolo.

Nel 1640 la chiesa della Catena fu elevata a Matrice civile della città che, nel frattempo cambiava il suo nome da Scarpi ad Aci Catena.

Purtroppo il terremoto del 1693 la distrusse quasi completamente salvando solamente la struttura del coro della Madonna. Tuttavia l’intraprendenza e la devozione del popolo catenoto fecero si che la chiesa fosse ricostruita e riaperta al culto nel giro di pochi anni.

Nel 1811 fu aggiunto un altro piano al torrione del campanile ma nel 1818 un altro terremoto squassò la chiesa e la cupola sovrastante, cosicché la conformazione attuale  della chiesa si deve far risalire alla metà del XIX secolo.

All’inizio dei lavori di restauro e risanamento conservativo la Chiesa Matrice  Maria SS. della Catena si presentava in uno stato generale di dissesto dovuto all’effetto del terremoto del 1990 che ha causato fessurazioni longitudinali passanti nel muro perimetrale, lesioni passanti in chiave agli archi nella navata principale dell’abside, fessurazioni sparse nelle volte, deterioramento dell’orditura della copertura e dissesto del manto di tegole. Si segnalavano inoltre un diffuso degrado degli intonaci, presenza di umidità nelle pareti, danni evidenti in alcune porzioni della pavimentazione in marmi pregiati.

Per rimediare a tale situazione si sono effettuate i seguenti interventi: consolidamento delle murature e colonne portanti mediante iniezioni di miscela di malta; interventi di “cuci e scuci” per la sarcitura delle lesioni esistenti; realizzazione di cordoli sommitali, opportunamente legati alle murature esistenti; l’inserimento di tiranti, posti a diverse quote, con lo scopo di assorbire le azioni orizzontali dovute al sisma  e di ripristinare il collegamento delle diverse murature.

A completamento degli interventi di consolidamento strutturale si è provveduto al rifacimento dell’orditura lignea della copertura  e del sovrastante manto di tegole.

Successivamente si è passati alla realizzazione di una nuova zona servizi a piano terra adeguando ed ampliando quella esistente; al rifacimento degli intonaci esterni con tecniche e materiali tradizionali; alla tinteggiatura delle pareti interne e al rifacimento degli stucchi interni; alla pulitura delle cornici in pietra lavica e pietra calcarea ed al restauro della pavimentazione interna della chiesa previa formazione di un vespaio di aerazione.

.
 
lumache

 

 

copyright 2004/2013 Edilizia Cavarra s.r.l.   P.iva 00882170897             created by Digtec